Notizie dalla Rete Voltaire

by Mario Rossi Network 

 
     
 

Area
51

   

Rete
Voltaire

 

Indice del Sommario


Réseau Voltaire.net - per la libertà 
d'espressione

I principali titoli della settimana dal 28 marzo al 04 aprile 2004

OFFESA OVVIA


Israele organizza la carestia nella striscia di Gaza
L'USLNU, agenzia onusienne d'aiuto ai profughi della Palestina, ha annunciato il 1 aprile 2004 che sospende il suo aiuto alimentare nella striscia di Gaza. Le restrizioni di circolazione imposte da Israele a gli impediscono di trasportare le 250 tonnellate di prodotti alimentari consegnate di solito ogni giorno e da cui dipendono direttamente 600.000 persone. Mentre nel 2000, 7.6% dei bambini di meno di cinque anni soffrivano per malnutrizione, sono oggi più del 22% in questo caso. A Gaza, la malnutrizione ha raggiunto, nel 2003, un livello comparabile a quello dei paesi africani poveri subsahariana. Nell'ottobre 2003, il relatore speciale dell'ONU, Jean Ziegler, segnalava dell'imminenza di una catastrofe umanitaria imputabile all'allacciamento dei territori con le forze d'occupazione israeliane. L'alto commissario dell'USLNU temuto " che si assista per la prima volta in due generazioni ad una reale carestia." " (fonti : ONU, relazione Ziegler)" 
Il dipartimento di sicurezza della patria non trascura alcun allarme >>>

Il Ruanda risponde alle provocazioni di Villepin >>>


A RAGGI X (accessibili agli abbonati o con micropaiement)
I prigionieri politici dimenticati dalla NATO
Il despote ouzbek si compera una rispettabilità

Un'onda di attentati ha fatto una quarantina di morte in una settimana, a Taschkent e Boukhara. Donne kamikaze hanno tentato di vendicare loro maris torturati nei carceri d'islam Karimov. Dimenticando improvvisamente le loro denunzie della dittatura, la stampa ed i dirigenti occidentali hanno cessato il loro sostegno a questa sommossa di denunciare il "terrorismo internazionale " e proclamare la loro fiducia nel despote. Quest'inversione fa seguito all'accordo NATO negoziato da Donald Rumsfeld a Taschkent, il 24 febbraio scorso, in vista di facilitare proiezioni di forza in Afganistan e verso i campi pétrolifères della Caspienne.
Con Arthur Lepic

In attesa del fallimento delle elezioni europee
Jacques Chirac purifica il suo campo

Dopo la rovina delle elezioni regionali, il terzo governo Raffarin non è stato concepito per rispondere all'insoddisfazione sociale, ma purificare la maggioranza presidenziale. Nicolas Sarkozy si è visto affidare un grande ministero avvelenato ed i centristes che rischiavano di fare blocco dietro lui sono stati esclusi dal governo. Mentre non ha risolto nulla problemi istituzionali e che prosegue una politica thatchérienne impopolare, Jacques Chirac dovrà anche fare fronte alla fionda prevedibile dei consigli regionali ed alla vengeance gelata di Valéry Giscard di Estaing al Conseil costituzionale.
Da parte di Jean Rousseau

Danni collaterali della guerra in Iraq
Mossad è ancora credibile ?

Una relazione dello Knesset mette in evidenza il deterioramento della credibilità dei servizi di informazioni israeliani dalla loro partecipazione alla campagna d'intossicazione sulle presunte armi di distruzione massiccia irachene. Condotta sullo stesso modo agli Stati Uniti ed in Gran Bretagna questa campagna aveva suscitato una psicosi tanto più acuta nello Stato ebreo di quanto i servizi avevano evocato una possibilità di "gazage " della popolazione da parte di Saddam Hussein per distruggere Israele. La inchiesta parlamentare, presieduta dal deputato del Likoud, Yuval Steinitz, non ha permesso di determinare se i servizi si fossero fuorviati o se avessero ceduto a pressioni del gabinetto Sharon.
Da parte di Paul Labarique

Convergenza delle politiche energetica e militare
Le ombre della relazione Cheney

Subito dopo il suo arrivo alla casa-Bianco, il vicepresidente Cheney ha organizzato un gruppo di lavoro sulla politica energetica degli Stati Uniti : come fornire l'economia allora che le sue necessità aumentano al momento in cui le riserve mondiali diventano più in più di rari e difficili da sfruttare ? Spiegando truppe nelle zone petrolifere. Ma essendo l'esercito degli Stati Uniti il più grande consumatore mondiale d'energia, il suo spiegamento fa sorgere di nuove necessità. Primo obiettivo scelto dal gruppo Cheney, secondo documenti recentemente déclassifiés : il petrolio iracheno.
Con Arthur Lepic

Il genocidio come strategia di guerra totale
La responsabilità inavouable francese in Ruanda

C'è dieci anni, tra aprile e luglio 1994, l'hutu Power massacrava più di 800.000 persone, definite Tutsis. L'orrore prese fine soltanto con la sconfitta militare dei génocidaires dinanzi ai soldati del FPR di Paul Kagamé. Patrick di Saint-Exupéry, giornalista al barbiere, ha assistito in spettatore privilegiato a questa pazzia mortale. Ha visto i charniers, parlato con del Tutsis in fuga e degli hutu in caccia. Côtoyé l'esercito francese quando François Mitterrand decise finalmente di spiegarla per  "scopi umanitari ". Ha rientrato in Francia, abitato da ciò che aveva potuto vedere, ma aveva deciso a comprendere perché la Francia ha sostenuto fino alla fine il regime génocidaire. Pubblica il frutto delle sue riflessioni in un libro époustouflant, Inavouable. La Francia in Ruanda.
Da parte di Paul Labarique


Sottoscrivete a 'Voltaire '


A RAGGI X (articoli de plus oltre tre mesi in accesso libero)


Remodelage etnico del Vicino-Oriente
Modello iugoslavo per il Kurdistan

La creazione di un Kurdistan indipendente inizia ad essere evocata ufficialmente. Oppressi da un secolo, i kurdi vi vedono una speranza di libertà. Ma si tratta effettivamente di un nuovo episodio del loro utilizzo con le grandi potenze per indebolire gli stati del Vicino-Oriente. Lo Stato indipendente che sarebbe offerto ai kurdi avrebbe una sovranità limitata poiché sarebbe messo sotto la tutela della coalizione. La sua definizione monoethnique aprirebbe la via non soltanto allo scoppio del Iraq, ma a quello degli altri stati della regione che non trascureranno di reagire di fronte a questa minaccia.


TRIBUNE LIBERE INTERNAZIONALI
(accessibili agli abbonati o con micropaiement)
La sintesi dei dibattiti strategici e l'analisi delle tendenze internazionali con lo studio delle tribune sembrate nella stampa internazionale.

 Le vittime "civili " di Faludja

 Repentance di un oligarca ?

 Il CIA europeo, un naso falso della NATO

 " Siamo tutti Sarkozyens !" 

 Instaurare la sovranità popolare negli Stati Uniti


RIFERIMENTI


30 marzo 1975
Le droghe, armi di controllo sociale
A Washington, il "nazionale Commissione si marijuana and Drug approfitta " pubblica una relazione che raccomanda la depenalizzazione della cannabis. Ma, in una nota confidenziale, la FBI insiste sul carattere politico della lotta antidroga. " La marijuana è di solito consumata negli ambienti radicali e fra i giovani." La sua illegalità ci dà dunque un mezzo di pressione su quelli sfidati in suo possesso. Possiamo proporre loro un mercato d'impunità contro informazioni, possiamo utilizzarla per allontanare dalla vita pubblica persone dérangeantes. Il suo traffico permette di mantenere reti informali nelle zone difficili. La marijuana è uno strumento di controllo sociale importante ed un'arma nella lotta anti-sovversiva "." Da parte sua, il CIA sostiene (ed a volte organizza) dei traffici di droghe in Asia ed in America del Sud per fare vivere guérillas anti-comunisti o per finanziare operazioni clandestine senza l'avallo del congresso. 
4 aprile 1968
La stampa cieca ignora un crimine di Stato

2 aprile 1880
La scuola scandalosa di Paul Robin

1 aprile 1492
La depurazione religiosa suona il rintocco della Spagna

31 marzo 1997
Il diritto dei marchi contro la libertà d'espressione


Abonnés


Ricevete ogni giorno Voltaire, la rivista di analisi internazionali in PDF pronto a stampare, in il vostro zoppica alle lettere.
> teletrasmettere un numero


Accedete a tutti gli articoli ed alla tribuna degli abbonati su reseauvoltaire.net.
> in sapere più...


Sostenete attivamente il lavoro della rete Voltaire e garantite la sua indipendenza finanziaria.

> Mi sottoscrivo a Voltaire

 

Rete Voltaire - informazioni legali - gestire la vostra sottoscrizione al bollettino d'informazione
 

 
 

Area
down
load

   

Mail
Gratis

 
 
     
 

webmaster@mariorossi.net

 
 
 
 

Amnesty International

 
         


Powered by GdAonline