Notizie dalla Rete Voltaire

by Mario Rossi Network 

 

Dal sito: www.reseauvoltaire.net

 

Voltaire 


Réseau Voltaire.net - per la libertà 
d'espressione

I principali titoli della settimana dal 15 al 21 febbraio 2004
(Su fondo bianco: gli articoli in libero accesso - su fondo beige: quelli riservati agli abbonati)

IN FLAGRANTE DELITTO


Haut-commissaire su misura
Louise Arbour giudice della Corte suprema del Canada, è stato nominato da Kofi Annan Haut commissario ai diritti dell'uomo in sostituzione di Sergio Vieira de Mello, morto sei mesi fa allora di un attentato a Bagdad.
Vicino a Madeleine Albright, Louise Arbour era stato scelto come primo procuratore dei tribunali penali internazionali per l'ex Iugoslavia ed il Ruanda. Si era mostrata parziale, andando anche fino a accabler gli imputati serbi ad una conferenza stampa congiunta con il segretario di Stato. Sostegno fedele della NATO, ha raggiunto International Crisis Group di George Soros, al Conseil d'amministrazione del quale si riunisce ai lati del vecchio comandante della OTAN Wesley Clark, dell'ex consulente di sicurezza nazionale Zbigniew Brzezinski, e dell'ex governatore del Kosovo, Bernard Kouchner. 
Il pentagono vuole installare truppe in Mauritania >>>

Stati Uniti : un quarto dei voti è falsifiables >>>


Sostenete il nostro hébergeur

A RAGGI X (gli articoli d'attualità in accesso pagante)
Giustizia e propaganda
Il fallimento del processo Milosevic

Nel 1998, il presidente iugoslavo Slobodan Milosevic non deteneva "armi di distruzione massicce ". Secondo Bill Clinton, organizzava la pulizia etnica del Kosovo. Prendendo atto dell'incapacità dell'ONU da impedire un nuovo genocidio in Europa, la NATO dichiarò la prima "guerra umanitaria " della storia. Dopo la vittoria dell'alleanza atlantica, un tribunale penale internazionale fu incaricato di condannare Milosevic, nuovo Hitler. Ma al termine di due anni d'udienza, il procuratore ha dovuto ammettere che il genocidio di 500.000 Kosovars era soltanto un artificio di propaganda e non riesce a dimostrare l'esistenza di un progetto di distruzione.

Compassione e buoni affari
Millenium Challenge colonialismo liberale

Gli Stati Uniti hanno lanciato, da allora vicino di un anno, un vasto progetto d'aiuto ai paesi in via di sviluppo in una nuova agenzia, Millenium Challenge corporazione. Questa esige paesi beneficiari che organizzino la liberalizzazione della loro economia e la sua apertura agli investitori stranieri. Richiede anche importanti riforme politiche che possono essere collegate a cambiamenti di regimi. Con mediante questo nuovo Piano Marshall, Washington pretende di potere imporre il suo  "modello " al resto del mondo, in uno scopo neo-coloniale non dissimulato.
Da parte di Paul Labarique

Normalizzazione delle procedure penali
La legge Ashcroft-Perben II

La legge "Perben II " che adatta "la giustizia alle evoluzioni della criminalità " è interpretata, a torto, come lubie sconosciuta e pericolosa della guardia dei sigilli. Mira in realtà a modificare la procedura penale francese per permettere alla FBI di prolungare le sue indagini in Francia nel quadro di una cooperazione giudiziaria rafforzata dopo gli attentati dell'11 settembre. Queste disposizioni sono state direttamente negoziate tra Attorney John generale Ashcroft, da un lato, Nicolas Sarkozy e Dominica Perben, dall'altro. I due ministri balladuriens hanno conservato le loro amicizie americane.

Della rivoluzione al mercenariat
Moudjahidines persi

Derivati dalla resistenza armata alla dittatura del shah di Iran, Moudjahidines del popolo ambiva una rivoluzione islamica e sociale, ma fu allontanato dal ayatollah Khomeiny. Di alleanze oggettive in compromessi incerti, quindi in trahison certo, diventarono la braccio armata di Washington contro il loro popolo. Responsabili di attentati in una quindicina di paese contro gli interessi iraniani ed avendo partecipato alle estorsioni peggiori del regime di Saddam Hussein, aujourd'sono oggi considerati come un'organizzazione terroristica, ma beneficiano del sostegno dei falconi stati-uniens.
Da parte di Paul Labarique

Intervista con il giudice antiterrorista spagnolo
Baltazar Garzón o il fantasme di Al Qaïda

In un'intervista alla rete Voltaire, il giudice-star Baltazar Garzón risponde alla nostra messa in causa nell'affare Tayseer Alouni. Afferma avere imprigionato il giornalista di Al Jazeera per ragioni precise coperte dal segreto dell'istruzione. Ritornando sulle indagini che conduce contro Al Qaïda, riconosce sostenersi su "informazioni " e non su prove e descrive la "rete islamista " come un'organizzazione orizzontale senza dirigenti, ma posta sotto l'autorità di un Consiglio di direzione installato in Iran. Tuttavia, la sua difesa dell'occidente il condotto da criticare la sospensione dello Stato di diritto con l'amministrazione Bush.


A RAGGI X (archivi de plus oltre tre mesi diventati gratuiti)


Gli Stati Uniti progettano l'inversione del Saoud
Nessun'amicizia resiste al petrolio

Il 18 novembre 2003, il dipartimento di Stato stati-unien organizzava una Commissione consultiva per la libertà religiosa all'estero. I partecipanti hanno cercato di descrivere il wahhabisme come "una minaccia strategica contro la sicurezza degli Stati Uniti ". Quest'iniziativa non è isolata ma si iscrive in una campagna che mira a giustificare un'ingerenza stati-unienne in Arabia saudita allora che si avvicina la fine dell'accordo tra i due paesi che garantisce a Washington il monopolio delle concessioni petrolifere.

Il ruolo dell'ONU in Iraq occupato
Chi ha ucciso Sergio Vieira de Mello ?

L'assassinio spettacolare nell'agosto 2003 a Bagdad del rappresentante speciale del segretario generale dell'ONU, Sergio Vieira de Mello, dinanzi ai toupes impotenti della coalizione, resta non spiegato. Molte ipotesi che riguardano i accomandante dell'attacco sono state avanzate, ma nessuno è stato provato. L'emozione causata da quest'attentato ha mascherato il ruolo esatto della vittima e le sue relazioni ambigue con la coalizione.
Da parte di Sandro Cruz

Relazione del AIEA
Nucleare iraniano : la trappola degli Stati Uniti

In previsione di un intervento militare, gli Stati Uniti tentano di sfruttare la relazione della AIEA sullo sviluppo del programma nucleare iraniano. Ma la problematica che consiste nel distinguere nucleare civile e militare è un'esca utilizzata alla gara dalle potenze nucleari ufficiali per proliferare a tutto. La singolarità di queste tecnologie risiede precisamente nella loro dualità, cioè il loro potenziale alla volta civile e soldato. Un'evidenza che le altre potenze nucleari opposte agli scopi stati-uniennes non sono in grado di ricordare a Washington.
Da parte di Paul Labarique

Corruzione della coalizione in Iraq
Bush e Bremmer deviano 5,7 miliardi di dollari

I timori peggiori della Comunità internazionale sono oggi verificati in Iraq. Nonostante la risoluzione 1483 del Consiglio di sicurezza dell'ONU e l'impianto di una sorveglianza della gestione del tesoro iracheno da parte dell'autorità provvisoria della coalizione, l'amministrazione Bush ha illegalmente confiscato 1,7 miliardi di dollari, mentre il clan Bush ha semplicemente deviato al suo solo profitto 4 miliardi di dollari. Il pillage dell'economia irachena non continua dunque soltanto al profitto degli Stati Uniti, ma soprattutto nell'interesse privato del clan Bush.

Fine d'impunità per le multinazionali ?
Gli indigeni ecuadoriani intentano un processo a Texaco

Alcuni giorni dopo la "guerra del gas " in Bolivia, le Comunità indigene dell'Equatore hanno guadagnato una nuova vittoria nella lotta mondiale contro le sopranazionali. La società stati-unienne Texaco, che sfrutta da oltre venti anni il petrolio della Amazonie ecuadoriano, ha dovuto sedersi sul banco degli imputati. Dovrà rispondere del disastro ecologico di cui è responsabile e dell'estinzione di due etnie.
Da parte di Sergio Cáceres

TRIBUNE LIBERE INTERNAZIONALI
La sintesi dei dibattiti strategici e l'analisi delle tendenze internazionali con lo studio delle tribune sembrate nella stampa internazionale.

  Utilizzare il timore per aiutare Sharon

  Villepin contre Kissinger

  Il Crif denuncia il pericolo arabo-musulmano in Europa

  Giudicare le amministrazioni stati-uniennes con Saddam Hussein

  Rilancio dei legami franco-israeliani : evitare gli argomenti che contrariano


RIFERIMENTI


17 febbraio 1600
Giordano Bruno : libertà di spirito contro pensiero unico
A Roma, dopo otto anni di tortura, di fronte al rifiuto dell'eretico di ritirarsi, la braccio secolare dell'inquisizione santa cattolica consegna al ceppo Giordano Bruno, ex moine, filosofo, matematico... ma soprattutto spirito libero e curioso, questionneur di dogmi, pensatore indipendente non avendo timore dei cammini di traverse, débateur accanito, disciple di Copernico ed inspirateur di Spinoza. Visto l'abominio delle sue tesi (messa in dubbio della transsubstantiation, descrizione di un universo non géocentrique ed infinito, libertà dell'uomo di fronte alla società, libertà di coscienza dell'individuo, diritto dello studente di studiare ogni tesi, anche contraria al dogma del momento...) gli rifiuteranno lo strangolamento prima del ceppo e brucerà vivo... ma non lo intenderà gridare essendo dato che gli avevano in anticipo strappato la propria lingua blasfema a per impedirgli di emettere "parole spaventose ". 
23 febbraio 1820
Nel Regno Unito, il lotto di Cato Street apre la via alle leggi liberticide

20 febbraio 1963
McCarthy spinge il tappo troppo lontano

19 febbraio 1942
Gli Stati Uniti applicano il sospetto etnico

18 febbraio 1942
L'arroganza coloniale consegna 130 000 soldati alla morte



DISCUSSIONE


Christiane Taubira, députée francese opposta alla legge sulla vela
 "in coscienza e il rischio di dispiacere "

La legge che proibisce il porto dei distintivi religiosi in generale e della vela musulmana in particolare è stata adottata in prima lettura da 512 deputati. 33 dei loro colleghi hanno votato contro e 38 si sono astenuti. Questo risultato massiccio ha soltanto l'aspetto del consenso. Effettivamente, la maggior parte dei parlamentari si dichiara privata personalmente in opposti alla legge che hanno votato. Tuttavia, nel contesto dell'aumento di islamophobie ed ad alcune settimane di importanti elezioni locali, sono stati poco numerosi a manifestare le loro convinzioni. Christiane Taubira, députée (PRG) della Guiana, è di quelli.
Da parte di Christiane Taubira

Rifiuto amministrativo della candidatura il Pen
Documento : Il Pen denunciato da uno dei suoi ?

Jean-Marie il Pen, che sperava di portare via la presidenza della regione PACA, non potrà presentarsi alle prossime elezioni regionali. La sua domiciliazione fiscale gli manca, mentre credeva di essersi liberato da questa formalità classica. Sarebbe stato vittima di una manovra di uno dei suoi parenti, che vendica così le purghe successive nell'ambito del fronte nazionale. Pubblichiamo la decisione di rifiuto dei servizi fiscali.


Abonnés


Ricevete ogni giorno Voltaire, la rivista di analisi internazionali in PDF pronto a stampare, in il vostro zoppica alle lettere.
> teletrasmettere un numero

Accedete a tutti gli articoli ed alla tribuna degli abbonati su reseauvoltaire.net.
> in sapere più...

> Mi iscrivo a Voltaire

 

Rete Voltaire - informazioni legali - gestire la vostra sottoscrizione al bollettino d'informazione
 

 

 
     
 

voltaire@mariorossi.net

 
 
 
     
Aggiornamento: 22 febbraio 2004

www.mariorossi.net

 

Indice del Sommario