Notizie dalla Rete Voltaire

by Mario Rossi Network 

 

Sommario settimanale del sito: www.reseauvoltaire.net

 

Voltaire  

Rete Voltaire - Sommario settimanale del del 13 al 19 settembre 2003

Réseau Voltaire.net - per la libertà di espressione

Sommario settimanale - del 13 al 19 settembre 2003 - Riassuntivo delle nuove uscite

Il presidente Idriss Déby a Parigi
Il Ciad è venduto già

Il presidente del Ciad è in visita in Francia, ufficialmente per trovare dei nuovi partner economici ai suoi progetti petroliferi. Ma ufficiosamente, ha rovinato il suo paese e ha venduto già il suo avvenire. Ha percepito così, in anticipo i royalties delle trenta prossime anni di sfruttamento petrolifero. In realtà, il dittatore, gravemente malato, è venuto a trattare la sua successione ed il mantenimento al potere del suo clan.

 spip_logo - 11.8 ko


MEDIA
Il riflesso di una società che non esiste
Le rappresentazioni della società e dei cittadini trasportata dai media, particolarmente la televisione, costituiscono spesso una posta politica male o percepito poco. Pierre Zarka, vecchio direttore del quotidiano L'umanità, analisi qui come i media possono essere tanto molti strumenti di partecipazione democratica che gli attrezzi di spodestamento dei cittadini.
Osservando il carattere fortemente idéologisé dello sguardo costruisce dai media, rievoca il loro ruolo nella formazione dei pregiudizi ed il condizionamento degli spiriti.

ASSASSINIO PROGRAMMATO DI YASSER ARAFAT
La strategia del disastro
Il giornalista israeliano Uri Avnery, dirigendo di Gush Shalom, Blocco della Pace, chiama il suo popolo a rompere la silenzio faccia alla decisione del governo Sharon di assassinare Yasser Arafat. "Dalla guerra del 1973, spiega, i due popoli hanno finito per accettare l'idea di un compromesso tra i due grandi movimenti nazionali. " "L'assassinio di Arafat, avverte il vecchio parlamentare, metterà fine a ciò, forse per sempre. Ne ritorneremo allo stadio dal "tutto o niente." " L'obiettivo del generale Sharon è di creare "una situazione che obbligherà i palestinesi a partire. […] Ed un periodo di anarchia e di spargimento di sangue sarebbe una buona cosa per giungere a questa fine. "

CARCERAZIONE DI UN GIORNALISTA DI AL-JAZEERA
La stampa araba
nella linea di tiro

Il corrispondente di guerra diva di Al-Jazeera, Tayseer Alouni, è stato fermato il 8 settembre 2003 in Spagna. Il giudice Baltazar Garzón, accusalo di essere "un membro eminente di Al Qaïda", sulla fede di notizie trasmesse dai servizi di informazione israeliana e stato-uniens. I servizi di Tayseer Alouni sui danni inflitti alle popolazioni civili in Afghanistan, poi in Iraq, gli avevano attirato i fulmini del Pentagono. Una delegazione del Rete Voltaire per la libertà di espressione è andata a portare il suo sostegno alla redazione di Al-Jazeera.

Il gioco di carte del régime Bush infine disponibile

Tribune libere internazionali

Quotidianamente, un riassunto ed un collocamento in prospettiva delle principali analisi e prese di posizioni dei decisionisti mondiali sulle relazioni internazionali. , Abbonarsi gratuitamente a & laquo Tribune libere internazionali & raquo,

QUESTA SETTIMANA
Il governo degli Stati Uniti continua di isolarsi: non volendo né accettare le realtà della situazione in Iraq, né ritornare apertamente sulle menzogne avendo condizionato la sua entrata in guerra, fa fronte ai questionnements dei cittadini stato-uniens ed ad una certa freddezza diplomatica. Anche i britannici riconsiderano la loro relazione privilegiata con essi.

venerdì 19 settembre 2003
Secondo i "New York Time", gli Stati Uniti sono attaccati dalla Francia

giovedì 18 settembre 2003
I britannici riconsiderano la loro relazione privilegiata con gli Stati Uniti

mercoledì 17 settembre 2003
L'ottimismo dell'amministrazione Bush, i dubbi dei cittadini

martedì 16 settembre 2003
Menzogne e malintesi a proposito dell'Iraq

lunedì 15 settembre 2003
Il costo dell'occupazione: 6000 GI's feriti in Iraq


Osservatorio della propaganda

Al momento o i limiti diventano sempre più confuse tra marketing, articoli di stampa, comunicazioni ufficiali e manœuvres psicologici militari, l'osservatorio della propaganda mira a rendere conto dei mezzi messi in œuvre per le agenzie governative per esercitare un'influenza ideologica sugli individui così come la connivenza di certi media vite-a vite di queste manipolazioni.

Osservatorio della propaganda

GUERRA DELLE PAROLE
Gerusalemme è la capitale dell'Israele, dichiara "Le Monde"
Il quotidiano "Le Monde", presentando Gerusalemme come la capitale dell'Israele su "Una" della sua edizione del 13 settembre 2003, chiarifica la sua linea editoriale sulla domanda israelo-palestinese. In questo dibattito od ogni parola conto, il quotidiano ha operato delle scelte semantiche che manifestano la sua adesione alle rivendicazioni territoriali del Likoud.



Sorgenti aperte

Vigilia documentaria relativa alla promozione delle libertà e della laicità. Una selezione settimanale delle pubblicazioni più importanti pubblicate dalle organizzazioni ed istituzioni nazionali ed internazionali. , Abbonarsi gratuitamente a & laquo Sorgenti aperte & raquo,

''

Numero 133
Attentato-suicidi
Il Congressional Research Servizio ha realizzato un studio generale sugli attentato-suicidi, cercando di determinare le motivazioni delle organizzazioni e degli individui all'epoca del ricorso a queste azioni. Una della constatazione del CRS è l'abscence di motivazione mistica o religiosa nella maggioranza degli attacco-suicidi di questi venti ultimi anni.
- Consultare la selezione di documenti della settimana


Il filo diplomatico

Documenti diplomatici e comunicati ufficiali relativi al Vicino-Oriente, guerra in Iraq, conflitto israélo-palestinese. , Abbonarsi gratuitamente a lui & laquo Filo diplomatico & raquo.

 Comunicato del CNUCED, 16 settembre 2003,
L'assistenza al popolo palestinese

 Punto di stampa congiunge dei ministeri francesi degli Affari stranieri e della Difesa, 16 settembre 2003,
La Francia studia la possibilità di invio di una forza in Iraq

 Conto reso della riunione del Consiglio di sicurezza del 16 settembre 2003
Gli Stati Uniti oppongono il loro veto ad una risoluzione che protegge il presidente Arafat

 Conto reso della riunione del Consiglio di sicurezza del 15 settembre 2003
L'onu faccia alla minaccia israeliana di espulsione o di assassinio di Arafat

Pubblico del processo in diffamazione che oppone Thierry Meyssan al quotidiano "Le Monde" il lunedì 22 settembre


Sguardi del Vicino-Oriente
Zona Réseau

48 dispacci questa settimana

 Israele potrebbe servirsi delle basi aeree indiane in caso di attacco contro l'Iran

 Degli aerei di caccia israeliana violenta lo spazio aereo libanese

 Delle sorgenti anonime del "Gerusalemme Post" fanno stato di un sostegno condizionale stato-unien al progetto israeliano di esilio di Yasser Arafat

 Gli Stati Uniti rilanciano il dibattito sul programma di armamento della Siria e dell'Iran, sotto lo sguardo attento dell'Israele,

 Gli Stati Uniti accusano l'Arabia saoudite di finanziare il Hamas

 Israele e l'India mettono in piedi una collaborazione spaziale

 L'esercito stato-unienne in Iraq auguro ispirarsi direttamente ai metodi utilizzati dall'esercito israeliano nei territori occupati

 Il generale Michel Aoun attacca la Siria davanti al Congresso stato-unien

 Più gli altri dispacci...


Il mondo visto del Vicino-Oriente, tutti i giorni nella Zona Rete.



 Faccia alle ambizioni dell'amministrazione Bush, la notizia è un'arma al servizio della pace. La sua diffusione è un atto di resistenza.
Dividete le nostre notizie: abbonate i vostri amici a questo sommario settimanale

Rete Voltaire - Notizie legali - Gestire i vostri abbonamenti ai newsletters / désabonnement


 
     
 

voltaire@mariorossi.net

 
 
 
     
Aggiornamento: 18 gennaio, 2004

www.mariorossi.net

 

Indice del Sommario