Notizie dalla Rete Voltaire

by Mario Rossi Network 

 
     
 

Area
51

   

Rete
Voltaire

 

Indice del Sommario


Réseau Voltaire.net - per la libertà 
d'espressione

I principali titoli della settimana dal 12 al 18 aprile 2004

OFFESA OVVIA


Manipolazione
Al termine di 10 mesi d'indagine, la catena franco-tedesca Arte ha prodotto un'emissione di tre ore per stigmatizzare le nostre analisi degli attentati dell'11 settembre 2001 e la nostra campagna internazionale per la creazione di una Commissione d'indagine sotto l'egida dell'ONU. A difetto di argomentazioni ragionevoli da opporrci, la catena si è concentrata su una messa in causa personale di Thierry Meyssan. Ma non trovando non più critiche precise ad emettere, Arte ha moltiplicato gli errori fattuali e le amalgami per tentare di screditarlo a attraverso le sue relazioni ed i suoi lettori. In definitiva, la rete pubblica, che rinuncia a qualsiasi dibattito di fondo, ha rinviato i telespettatori che speravano risposte concrete alle domande poste dalla imposture terribile, ad un lavoro polemico, la menzogna terribile, di cui si giudicherà il valore allo sguardo della propria condanna per diffamazione (XVIIe Chambre del TGI di Parigi, 15 dicembre 2003).&nb sp;
Washington evacua i suoi diplomatici dell'Arabia saudita >>>

Chi sostituirà Bremer in Iraq ? >>>

Una casa bianca e >>> vuoto

Il CIA estende la sua psicosi antiterrorista in Europa >>>


A RAGGI X (accessibili agli abbonati o con micropaiement)
Conferenza stampa alla casa-Bianco
George W. Bush sulla difensiva

Il presidente Bush ha dato la terza conferenza stampa in prime-time del suo mandato. Ha annunciato che l'occupazione del Iraq si prolungherebbe bene oltre del "trasferimento della sovranità " previsto alla fine del semestre. Non soltanto nessun ritiro è all'ordine del giorno, ma 20.000 uomini supplementari arrivano su zona. Ha ridefinito il nemico mondiale degli Stati Uniti : un'ideologia politica di fanatiques musulmani che operano da 1983. infine, ha respinto ogni responsabilità negli attentati dell'11 settembre che ribadiscono che sono stati organizzati da Oussama Ben Laden.

La bomba ed il petrolio
Spencer Abraham, un uomo di fiducia

Diventato un allegato del pentagono, il dipartimento dell'energia gestisce allo stesso tempo la bomba atomica e l'approvvigionamento di petrolio, e dispone del suo servizio di informazioni. Alla sua testa, il vecchio rappresentante dell'industria automobilistica al Sénat, Spencer Abraham. Questo lobbyiste è anche il fondatore di una rete potente di giuristi réactionnaires, Federalist Society, che svolse un ruolo centrale nella designazione di George W. Bush alla Maison-Bianco da parte della Corte suprema. È aujourd'oggi l'uomo di fiducia del presidente al cuore del sistema, all'incrocio degli interessi militari e civili.
Con Arthur Lepic

Reimpiego militare israeliano
Sharon notifica il suo piano  a Bush

Riprendendo l'iniziativa per rifiutare la pace, Ariel Sharon desidera redéployer Tsahal al riparo dalla "parete ". Presentata come un "ritiro ", questa manovra completa il annexion di territori palestinesi. Ha lo scopo di impedire ad ogni comunicazione tra la Cisgiordania e Gaza per scomporre eventuale un futuro Stato palestinese. Si accompagna a misure tendenti a separare le popolazioni secondo criteri religiosi. Deciso unilateralmente, questo piano è stato notificato dal generale Sharon al presidente Bush allora che quest'ultimo, in campagna piena elettorale, non è in posizione di opporsi.

Ragione di Stato
Le contraddizioni di Condoleezza Rice

Condoleezza Rice è spesso presentato come la sorella adottiva di Madeleine Albright. Ha svolto la sua carriera al cuore del complesso militaro-petrolifero stati-unien prima di di formare George W. Bush agli affari internazionali e diventare il suo consulente nazionale di sicurezza. Testimoniando dinanzi alla Commissione d'indagine sull'11 settembre, ha lungamente affermato che aveva fa di tutto per impedire gli attentati, moltiplicando le approssimazioni e le menzogne. In una lettera aperta che gli invia, un vecchio responsabile dell'amministrazione Bush padre lo accusa di complicità criminale.

Totale e trave vogliono potere lavorare in pace
Tregua in Sudan

Il governo sudanese ed i ribelli del Sud hanno appena firmato un accordo di tregua. Se è rispettato, metterà fine a ventuno anni di guerra civile. La Francia e gli Stati Uniti hanno deciso di favorire insieme il ritorno alla pace, sostenendosi sul Ciad, per permettere infine uno sfruttamento proficuo dei giacimenti petroliferi. La Cina, che aveva parzialmente colonizzato la zona petrolifera, e l'India il suo partner, dovrebbe essere i grandi perdenti del processo.


Sottoscrivete a 'Voltaire '


A RAGGI X (articoli de plus oltre tre mesi in accesso libero)


La guerra globale al terrorismo
400.000 GI's dispone all'estero

Mentre gli Stati Uniti non hanno più un avversario in grado di distruggerli, hanno rinunciato a smobilitare parzialmente le loro forze e, al contrario, le hanno impegnate in una "guerra globale al terrorismo ". I soldati di Washington sono diventati i poliziotti dell'impero globale che segue un nemico invisibile. Legittimati dagli attentati dell'11 settembre e la proliferazione di armi di distruzione massiccia, 400.000 uomini sono piazzati all'estero. Pubblichiamo la carta dello spiegamento ufficiale della più grande forza di proiezione dalla fine della seconda guerra mondiale.

"inside dealing" e colpi di Stato
George Soros, speculatore e filantropo

Prototipo dello speculatore e profeta "del post-capitalismo ", il finanziere e filosofo George Soros è allo stesso tempo temuto ed adulé. Responsabile di scontri borsistici e mécène in una cinquantina di paese, detiene aujourd'oggi una fortuna valutata a sette miliardi di dollari e si propone di finanziare le campagne contro George W. Bush allora anche che salvi junior del fallimento nel 1990 e continui a lavorare con suo padre al centro del Carlyle Group. Simultanémment attivo in numerosi cambiamenti di regime, è accusato di essere un paravent del CIA.

Cheney esige la partenza di Aristide
Il CIA destabilizza Haiti

Gli Stati Uniti tentano di invertire il presidente Jean-Bertrand Aristide ad Haiti usando il loro nuovo metodo detto della "rivoluzione di velluto ". Il CIA finanzia l'opposizione con mediante l'istituto repubblicano e lo organizza intorno del patronato. Blocca il sistema istituzionale e causa violenze di cui rende Aristide responsabile. Condiziona l'opinione pubblica internazionale a rendere plausibile l'aspetto di un sollevamento popolare. Tuttavia, Aristide continua a essere sostenuto dal suo popolo benché la presenza militare stati-unienne a gli impediscano di proseguire la politica sociale che aveva iniziato. È da molto tempo che Aristide non è più pericoloso, ma non è abbastanza flessibile.

Confronto Bush-Chávez
Ribellione al vertice delle Americhe

Il vertice delle Americhe convocato da Washington doveva pubblicare la zona di libero scambio delle Americhe (ZLEA) e ribadire l'isolamento di Cuba. Ma la riunione si è aperta con una contestazione della sovranità degli Stati Uniti sul continente. Il presidente venezuelano Hugo Chavez ha apertamente preso a parte Condoleezza Rice e fa l'elogio della cooperazione con Fidel Castro. Alcuni giorni prima, il presidente argentin Nestor Kichner aveva dichiarato che guadagnerebbe " per K. O." "di fronte a Bush, tandis che il Brasile di splende Ignacio da Silva aveva imposto il fichage dei cittadini stati-uniens che entrano sul suo territorio."

Assenza di armi di distruzione massiccia in Iraq
Gli Stati Uniti consolidati nelle loro certezze

Washington ha appena richiamato 400 ispettori inviati alla ricerca supposte delle "armi di distruzione massiccia " irachene. Il gruppo diretto da David Kay è passato sette mesi in ricerca delle attrezzature temibili militari presentato da Colin Powell nel febbraio 2003 parte anteriore l'ONU, finalmente, per ritornare bredouille l'8 gennaio 2004. tuttavia, cosa che appare ormai poiché un'intossicazione deliberata dell'opinione pubblica è percepita nel dibattito politico stati-unien soltanto come un semplice errore di valutazione, non che rimettono in discussione il buon fondamento dell'invasione del Iraq.


TRIBUNE LIBERE INTERNAZIONALI
(accessibili agli abbonati o con micropaiement)
La sintesi dei dibattiti strategici e l'analisi delle tendenze internazionali con lo studio delle tribune sembrate nella stampa internazionale.

 Kofi Annan, nuovo capro espiatorio

 I cancres ed il Iraq

  "l'ingerenza democratica " o la guerra

 Kerry proseguirà la politica di Bush in Iraq

 Libero o doppio in Iraq


RIFERIMENTI


15 aprile 1591
Songhaï la fine di un impero africano
Dopo tre giorni di battaglia a Tondibi, al Mali, i soldati marocchini del Cheikh Ahmed mettono in rovina le truppe del re Mohammed Touré. La città leggendaria di Timbuctù, centro dei caravan ed alto-luogo dell'impero africano del Mali è saccheggiata, il sue mosquées e scuole distrutte. È la fine del più vasto ed impero più potente africano del medioevo, il regno di Songhaï, fondato dal Sundiata famoso, il "re Lion ", e che irradiò durante vicino di 300 anni in Africa dell'Ovest, che portano un'organizzazione politica ed economica alla regione. I re Mali e Songhai sviluppano scuole d'amministrazione per formare quadri tandis che il re Askia Mohammed Toure utilizza la ricchezza delle miniere di sale e d'oro per creare organismi di credito ai commercianti e progettare l'agricoltura. Ma le divisioni interne estraggono il regno che declinerà fino alla sua caduta di fronte al Marocco. 
17 aprile 1961
Il CIA e Kennedy demoliti alla baia dei maiali

16 aprile 1521
A Worms, nascita della libertà di coscienza

14 aprile 1942
Il mercato della morte di Bataan

13 aprile 1997
Si è passati a tre peli dello Apocalypse


Abonnés


Ricevete ogni giorno Voltaire, la rivista di analisi internazionali in PDF pronto a stampare, in il vostro zoppica alle lettere.
> teletrasmettere un numero


Accedete a tutti gli articoli ed alla tribuna degli abbonati su reseauvoltaire.net.
> in sapere più...


Sostenete attivamente il lavoro della rete Voltaire e garantite la sua indipendenza finanziaria.

> Mi sottoscrivo a Voltaire

 

Rete Voltaire - informazioni legali - gestire la vostra sottoscrizione al bollettino d'informazione
 

 
 

Area
down
load

   

Mail
Gratis

 
 
     
 

webmaster@mariorossi.net

 
 
 
 
mrnmail
 
 
         


Powered by GdAonline