Notizie dalla Rete Voltaire

by Mario Rossi Network 

 
     
 

Area
51

   

Rete
Voltaire

 

Indice del Sommario


Réseau Voltaire.net - per la libertà 
d'espressione

I principali titoli della settimana dal 7 al 13 giugno 2004

OFFESA OVVIA


Gli Stati Uniti proseguono la loro guerra psicologica contro Cuba
I Cubani hanno ormai il piacere di captare un centinaio di reti televisive stati-uniennes, di cui quelle animate da dissidents cubani installati in Floride e furiosamente anti-castristes. Dallas Morning News riporta che "responsabili gli Stati Uniti " attribuiscono questo fenomeno a condizioni meteorologiche eccezionalmente favorevoli.
Si tratta in realtà di un'operazione di guerra psicologica condotta su istruzione della "Commissione per l'assistenza a Cuba libera ", un organismo installato alla casa-Bianco per preparare l'inversione di Fidel Castro. Le emissioni sono diffuse da un aereo EC-130 "commando solo " che penetra a volte nello spazio aereo cubano in violazione delle convenzioni internazionali. 
Gli Stati Uniti minacciano la Corea del Nord di intimidire la Corea del Sud >>>

Iyad Allaoui Premier ministro iracheno e vecchio terrorista >>>

Washington rifiuta in anticipo il risultato del referendum venezuelano >>>

Iraq : l'esercito della sua maestà anche usa "contraenti civili " >>>


A RAGGI X (accessibili agli abbonati o con micropaiement)
Ingerenza stati-unienne
1962-1979 : La AFL ed "il contro-insurrection " sindacale

Per difendere gli interessi delle loro grandi società in America latina di fronte ai governi socialisti, gli Stati Uniti non si accontentano di infiltrarsi negli eserciti. Reclutano anche grandi braccia nella società civile sotto copertura di formazione di sindicalisti. Un istituto specializzato del AFL, creato dal pentagono ed il CIA, diretto da grandi proprietari, partecipa direttamente alla destabilizzazione della Guiana, del Brasile o del Cile. È il secondo aspetto della nostra indagine sull'ingerenza sindacale.

Capitalismo di stati
Bp-Amoco coalizione petrolifera anglosassone

Bp-Amoco non è soltanto una società petrolifera, il terzo al mondo, è anche il fornitore d'energia del Regno Unito e degli Stati Uniti ed il pilastro della loro integrazione economica. Direttamente articolata agli interessi di questi stati, la ditta si è sostenuta sulle azioni segrete del MI6 e del CIA per afferrarsi di giacimenti in Asia centrale, in Africa ed in America latina. Il suo nome resta associato all'inversione dei governi democratici di Mossadegh in Iran e di Elchibey in Azerbaigian.
Con Arthur Lepic

Risoluzione 1546
Iraq : il Consiglio di sicurezza unanime per guadagnare tempo

Lakhdar Brahimi rappresentante speciale del segretario generale dell'ONU, ha potuto proporre come membri del nuovo governo iracheno soltanto coloro che si trovavano già e non erano stati ancora liquidati dalla resistenza. Inoltre, il Consiglio di sicurezza ha adottato, l'8 giugno 2004, la risoluzione 1546 approvando la formazione del nuovo governo, ma non la sua composizione. In termini vaghi, i quindici Stati membri si sono rallegrati per la buona volontà di ogni protagonista premurandosi di evadere tutti i problemi. Coloro che hanno temporaneamente ceduto del terreno a Washington hanno messo nuovi ostacoli per il seguito. In definitiva, tutti sono stati unanimi per rifiutare più tardi alla ricerca di una soluzione.

Industria della retorica politica
Prêt-à-penser della fondazione Heritage

La fondazione Heritage non è un think-serbatoio, cioè un laboratorio ad idee, ma un'organizzazione militante atta ad intervenire istantaneamente nel dibattito pubblico. Non cerca di elaborare e proporre soluzioni a problemi politici ma a pensare al posto dei parlamentari e dettare loro il loro lavoro legislativo. Strettamente associata all'amministrazione Reagan ed al governo Thatcher, ha saputo imporre nei mass media e nelle assemblee un discorso unico conservatore, militariste e pseudo-liberale. Con un bilancio di comunicazione di 35 milioni di dollari annuale, la fondazione Heritage redige oggi il argumentaire dell'amministrazione Bush.

Non era una pellicola
Ronald Reagan contro l'impero un male

La morte dell'ex presidente degli Stati Uniti, Ronald Reagan, sabato 5 giugno 2004, all'età di 93 anni, ha suscitato déferlante hagiographique nella stampa del suo paese, ma anche, in modo più sorprendente, in tutti i mass media occidentali. Gli otto anni che passò al potere hanno tuttavia rappresentato un periodo di conflitto sanguinanti : dal 1980 al 1988, per ridare fiducia al suo paese, ha condotto una politica estera messianique che mira a distruggere l'URSS, qualificata d'impero del male. Una dottrina che la ha spinta a moltiplicare le azioni militari e le operazioni segrete.


Sottoscrivete a 'Voltaire '


A RAGGI X (articoli de plus oltre tre mesi in accesso libero)


Terrorismo di Stato
1980 : carnage a Bologna, 85 morti

12 MARZO 2004 | L'emozione che suscitano attentati mortali è cattivo consulente. Negli précedents cronistorie che endeuillé l'Europa, come a Bologna (1980) o Mosca (1999), le rivendicazioni erano falsi ed i colpevoli, troppo rapidemment designati, non erano i buoni. In questo tipo d'indagine, tutte le ipotesi devono essere previste compresa la più penosa : quella della "strategia della tensione ". Nell'esempio italiano, si trattava per una parte dell'apparecchio di Stato, sostenuta dalla NATO, di elaborare la popolazione contro i comunisti. Oggi, non si brandisce più "il pericolo rosso ", ma il "pericolo islamico ". Nulla permette per tanto di privilegiare questo tracciato.

Segregazione ed anti-comunismo
I gentlemen del Cercle Pinay

11 MARZO 2004 | Negli anni 70 e 80, un gruppo informale di dirigenti dei servizi segreti occidentali si riuniva attorno all'ex presidente del Consiglio francese, Antoine Pinay. Questo cerchio disponeva di contatti con i think serbatoi dell'epoca e di entrate nella stampa. Organizzò campagne di dénigrement dell'Unione sovietica e di destabilizzazione di dirigenti socialisti europei. Pensionato della politica, Antoine Pinay svolgevano una seconda carriera per la difesa della segregazione in Sudafrica e dell'"occidente cristiano ".

Epidemia o propaganda ?
Intossicazione allo anthrax

10 MARZO 2004 | Poco dopo gli attentati dell'11 settembre 2001, gli Stati Uniti affondarono nel terrore di un attacco biologico. Lettere mystèrieuses allo anthrax furono indirizzate a giornalisti famosi quindi al congresso. Per riassicurare la sua popolazione, o per sconvolgerla meglio, il presidente Bush dichiarò non essere stato contaminato. Cedendo alla psicosi, il paese sospese una parte delle sue attività. Ma questo disastro economico fu un aubaine per alcuni gruppi farmaceutici legati al regime, che detenevano il monopolio dei vaccini e delle medicine.
Da parte di Paul Labarique

Cinque anni di preparativi
La pianificazione segreta della colonizzazione del Iraq

9 MARZO 2004 | La decisione di invadere il Iraq non è stata presa per disarmare il paese dopo il "fallimento " degli ispettori dell'ONU, nel marzo 2003, ma cinque anni prima. Già, sotto la presidenza Clinton, la famiglia Bush organizzava una pseudo-opposizion'in esilio ed otteneva il sostegno del congresso. Subito dopo il suo arrivo alla casa-Bianco, George W. Bush dava istruzione al pentagono di preparare la guerra. Accordi di cooperazione erano conclusi per il trasporto delle truppe ed esercizi militari erano intrapresi. Durante questo tempo, si credeva all'ONU potere di sciogliere la crisi...
Da parte di Thierry Meyssan

Carta bianca a Washington
La Francia autorizza l'azione dei servizi US sul suo territorio

8 MARZO 2004 | La guerra globale al terrorismo include tanto la sorveglianza dei musulmani che quella degli anti-mondialistes. Non contento di condurre azioni di informazioni e d'infiltrazione sul suo territorio, la FBI intende proseguirle nei suoi alleati. A seguito di un processo giuridico falsato di irregolarità, l'Unione europea ha autorizzato questi rapporti d'affari sul territorio dei suoi Stati membri. E la legge Perben II légalisé un dispositivo internazionale che non è stato mai presentato all'approvazione del Parlamento. Ormai, è non soltanto la FBI, ma tutti i servizi segreti stati-uniens che possono agire impunemente in Francia.


TRIBUNE LIBERE INTERNAZIONALI
(accessibili agli abbonati o con micropaiement)
La sintesi dei dibattiti strategici e l'analisi delle tendenze internazionali con lo studio delle tribune sembrate nella stampa internazionale.

 Pseudo-denunzia della politica stati-unienne in Iraq.

 Gridare vittoria... in mancanza di meglio

 G8 di fronte alla minaccia nucleare

 Omaggio al "vincitore della guerra fredda "

 Celebrazione di un'alleanza passata


RIFERIMENTI


9 giugno 1939
La tragedia "del Santo-Louis "
Dopo i pogroms della notte di cristallo, nel novembre 1938, molti ebrei tedeschi decidono di lasciare il paese. Ma l'emigrazione è difficile e costosa, più dei paesi così come gli Stati Uniti attribuiscono i visti soltanto alla conto-goccia. Per centinaia di ebrei, "il Santo-Louis " che fa il collegamento Amburgo-Cuba rappresenta l'ultima speranza. Il 13 maggio, il vapore installa con al suo bordo un migliaio di ebrei, di cui alcuno esce dai primi campi di concentrazione. Arrivata a Cuba, la barca si vede proibire l'accesso con l'amministrazione di Batista che, sotto l'influenza della propaganda nazista considera i profughi come criminali evasi, e richiede 500.000 dollari di tasse d'immigrazione. "il Santo-Louis " ricongiunge allora Floride. Là anche, il 6 giugno 1939, gli rifiutano l'accesso. La nave è circondata dalle vedette della polizia. Alcuni passeggeri tentano di suicidarsi aprendosi le vene. Concludendo, i 9 j uin, il vapore torna in Europa con i suoi passeggeri. Alcuni riusciranno a scaricare prima dell'arrivo ad Amburgo, ma la maggioranza sarà nuovamente consegnata ai nazisti. 
14 giugno 1992
La Corte suprema degli Stati Uniti légalise l'eliminazione

7 giugno 1954
Homophobie spinge il padre dell'informatica al suicidio

8 giugno 1984
Indira Gandhi massacra i pendjabis indipendentisti a Amritsar

8 giugno 1967
Quando Israele bombardava la marina degli stati uniti


Abonnés


Ricevete ogni giorno Voltaire, la rivista di analisi internazionali in PDF pronto a stampare, in il vostro zoppica alle lettere.
> teletrasmettere un numero


Accedete a tutti gli articoli ed alla tribuna degli abbonati su reseauvoltaire.net.
> in sapere più...


Sostenete attivamente il lavoro della rete Voltaire e garantite la sua indipendenza finanziaria.

> Mi sottoscrivo a Voltaire

 

Rete Voltaire - informazioni legali - gestire la vostra sottoscrizione al bollettino d'informazione
 

 
 

Area
down
load

   

Mail
Gratis

 
 
     
 

webmaster@mariorossi.net

 
 
 
 
Emergency
 
 
         


Powered by GdAonline