Notizie dalla Rete Voltaire

by Mario Rossi Network 

 
     
 

Area
51

   

Rete
Voltaire

 

Indice del Sommario


Réseau Voltaire.net - per la libertà 
d'espressione

I principali titoli della settimana dal 7 al 13 marzo 2004

OFFESA OVVIA


Israele anticipa il dopo-arafat
Le forze di difesa israeliane hanno recentemente organizzato esercizi di simulazione nella possibilità del decesso di Yasser Arafat, precisando che non erano in relazione con nuove informazioni sullo stato di salute del presidente dell'autorità palestinese. Tsahal immagina le conseguenze del decesso del raïs, dello svolgimento dei suoi funerali e delle manifestazioni che avrebbero luogo i giorni seguenti. Lo scenario nero include in particolare, secondo il quotidiano Haaretz, un tentativo di conquista del potere a Gaza da parte del Hamas. Nell'autunno 2003, il governo Sharon aveva pubblicamente previsto di espellere o assassinare Yasser Arafat. Questo progetto, che riguarda il presidente di un'entità riconosciuta dall'ONU, aveva sollevato l'emozione della Comunità internazionale. Il Consiglio di sicurezza e l'assemblea generale delle nazioni unite avevano ingiunto Israele di rinunciarvi. 
Una scatola nera, non un Pandora >>>

Il golfo della Guinea suscita convoitises >>>

Delazione assistita mediante elaboratore >>>

Le forze speciali intervengono in Algeria >>>

La scossa dell'immigrazione >>>


A RAGGI X (accessibili agli abbonati o con micropaiement)
Terrorismo di Stato
1980 : carnage a Bologna, 85 morti

L'emozione che suscitano attentati mortali è cattivo consulente. Negli précedents cronistorie che endeuillé l'Europa, come a Bologna (1980) o Mosca (1999), le rivendicazioni erano falsi ed i colpevoli, troppo rapidemment designati, non erano i buoni. In questo tipo d'indagine, tutte le ipotesi devono essere previste compresa la più penosa : quella della "strategia della tensione ". Nell'esempio italiano, si trattava per una parte dell'apparecchio di Stato, sostenuta dalla NATO, di elaborare la popolazione contro i comunisti. Oggi, non si brandisce più "il pericolo rosso ", ma il "pericolo islamico ". Nulla permette per tanto di privilegiare questo tracciato.

Segregazione ed anti-comunismo
I gentlemen del Cercle Pinay

Negli anni 70 e 80, un gruppo informale di dirigenti dei servizi segreti occidentali si riuniva attorno all'ex presidente del Consiglio francese, Antoine Pinay. Questo cerchio disponeva di contatti con i think serbatoi dell'epoca e di entrate nella stampa. Organizzò campagne di dénigrement dell'Unione sovietica e di destabilizzazione di dirigenti socialisti europei. Pensionato della politica, Antoine Pinay svolgevano una seconda carriera per la difesa della segregazione in Sudafrica e dell'"occidente cristiano ".

Epidemia o propaganda ?
Intossicazione allo anthrax

Poco dopo gli attentati dell'11 settembre 2001, gli Stati Uniti affondarono nel terrore di un attacco biologico. Lettere mystèrieuses allo anthrax furono indirizzate a giornalisti famosi quindi al congresso. Per riassicurare la sua popolazione, o per sconvolgerla meglio, il presidente Bush dichiarò non essere stato contaminato. Cedendo alla psicosi, il paese sospese una parte delle sue attività. Ma questo disastro economico fu un aubaine per alcuni gruppi farmaceutici legati al regime, che detenevano il monopolio dei vaccini e delle medicine.

Cinque anni di preparativi
La pianificazione segreta della colonizzazione del Iraq

La decisione di invadere il Iraq non è stata presa per disarmare il paese dopo il "fallimento " degli ispettori dell'ONU, nel marzo 2003, ma cinque anni prima. Già, sotto la presidenza Clinton, la famiglia Bush organizzava una pseudo-opposizion'in esilio ed otteneva il sostegno del congresso. Subito dopo il suo arrivo alla casa-Bianco, George W. Bush dava istruzione al pentagono di preparare la guerra. Accordi di cooperazione erano conclusi per il trasporto delle truppe ed esercizi militari erano intrapresi. Durante questo tempo, si credeva all'ONU potere di sciogliere la crisi...
Da parte di Thierry Meyssan

Carta bianca a Washington
La Francia autorizza l'azione dei servizi US sul suo territorio

La guerra globale al terrorismo include tanto la sorveglianza dei musulmani che quella degli anti-mondialistes. Non contento di condurre azioni di informazioni e d'infiltrazione sul suo territorio, la FBI intende proseguirle nei suoi alleati. A seguito di un processo giuridico falsato di irregolarità, l'Unione europea ha autorizzato questi rapporti d'affari sul territorio dei suoi Stati membri. E la legge Perben II légalisé un dispositivo internazionale che non è stato mai presentato all'approvazione del Parlamento. Ormai, è non soltanto la FBI, ma tutti i servizi segreti stati-uniens che possono agire impunemente in Francia.


Sottoscrivete a 'Voltaire '


A RAGGI X (articoli de plus oltre tre mesi in accesso libero)


Trattato costituzionale dell'Unione europea
Raffarin rinuncia a difendere la laicità

Il progetto di Trattato costituzionale dell'Unione europea, discusso questo fine settimana dal Consiglio dei capi di Stato e di governo, accorda privilegi politici e fiscali alle chiese ed alle cabine maçonniques. Considerando questi vantaggi come insufficienti, il Saint-Siège e le cabine anglosassoni spingono all'iscrizione di un riferimento a dio nella costituzione. In una posta indirizzata ad un gruppo di 250 europarlamentari, Jean-Pierre Raffarin segnala che non ritornerà su queste questioni, che rinuncia così a difendere il principio francese di laicità. La messa è già detta !

L'esercito se ne prende alla popolazione civile irachena
Operazione "martello  di ferro "

Lanciando l'operazione "martello di ferro " il 12 novembre 2003, il pentagono ha deciso di attuare in Iraq i principi della "guerra d'intensità bassa " così come sono stati già applicati in Algeria, al Vietnam ed in Sudamerica. Questi metodi includono l'allacciamento fisico di villaggi, la distruzione di abitazioni, la presa in ostaggio di civili e l'assassinio di ogni persona sospettata di appartenere alla resistenza. Determinando direttamente la popolazione civile, lo stato maggiore stati-unien dà una nuova ampiezza alla sua occupazione del paese.
Da parte di Paul Labarique

Ultimo avvertimento del pentagono agli alleati
La fedeltà o l'esclusione economica

Paul Wolfowitz, il segretario aggiunto alla difesa degli Stati Uniti, ha reso pubblico, il 10 dicembre, un elenco dei paesi autorizzati a partecipare alla ricostruzione del Iraq. Escludendo in particolare la Francia, la Germania e la Russia, è stata interpretata come una ritorsione tardiva nei confronti degli stati che si sono opposti all'attacco del Iraq. Ma questa posizione deve d'accesso essere analizzata come un avvertimento a tutti gli stati che rimettono in discussione la sovranità degli Stati Uniti e cercano di costituire un polo diplomatico e militare indipendente dalla NATO.

La parete di Ariel Sharon
L'ONU osserva la Corte internazionale di giustizia

L'assemblea generale delle Nazioni Unite ha osservato per parere, l'8 dicembre 2003, la Corte internazionale di giustizia dell'Aia affinché determini le conseguenze giuridiche  "della costruzione della parete che Israele sta costruendo nel territorio palestinese occupato ". Al termine di una seduta agitata, l'assemblea generale, che constata la paralisi del Consiglio di sicurezza a causa del veto stati-unien, si è dunque pronunciata perché lo statuto della parete sia chiaramente stabilito, nei confronti del diritto internazionale.

Stati Uniti, Regno Unito, Israele
Una rete militare d'intossicazione

Fin dalla preparazione dell'invasione del Iraq, numerosi osservatori dubitarono del buon fondamento del pericolo iracheno. Al termine dell'invasione, il ruolo svolto dai servizi di informazioni stati-uniens, britannici ed Israeliano nella diffusione di informazioni false è stato messo in evidenza dall'assenza d'arsenale iracheno. Se i governi in posto a Washington, Londra e Tel-Aviv fossero favorevoli all'attacco militare, appare che i loro servizi di informazioni rispettivi lavoravano da molti anni da convincerli della minaccia irachena.


TRIBUNE LIBERE INTERNAZIONALI
(accessibili agli abbonati o con micropaiement)
La sintesi dei dibattiti strategici e l'analisi delle tendenze internazionali con lo studio delle tribune sembrate nella stampa internazionale.

 Conservare il suo senso critico di fronte alla barbarie

 A dove si possono instrumentaliser gli atti terroristici ?

 Come interpretare gli attentati in Iraq ?

 Kerry offre una reale alternativa ?

 Tony Blair vuole trasformare l'ONU in un attrezzo coloniale


RIFERIMENTI


12 marzo 1974
Henry Ford, pescecane bilaterale
Il 12 marzo 1974, agli stati uniti, nonostante una lotta accanita degli avvocati di Ford Motors, una commissione d'indagine del senato aggiorna la dimensione della partecipazione della ditta allo sforzo di guerra nazista durante la seconda guerra mondiale. Detenendo il 70% del mercato automobile in Germania avant-guerre, Ford - così che Motors generale - aveva convertito le sue fabbriche tedesche alla produzione militare allora che rifiutava ancora lo di fare per le sue fabbriche stati-uniennes. Nel 1938, il Presidente Henry Ford riceverà alla domanda personale di Adolf Hitler la decorazione del grande incrocio dell'aquila, mentre una fotografia con dedica di Ford trono nell'ufficio del Führer a Monaco. Durante la guerra, le fabbriche faranno appello alla manodopera dei campi di concentrazione... ciò che non impedirà all'impresa di richiedere e ricevere da parte del governo US più di uno milione di dollari di compensazione per i danni causati all'una delle sue fabbriche, bombardata dalla aviat ione americana. 
15 marzo 1843
 "ecco come occorre fare la guerra agli Arabi "

11 marzo 1990
Bidouilleurs astronomi troppo curiosi...

10 marzo 1992
Stella : icona dei processi consuméristes

9 marzo 1906
Catastrofe di Courrières : il prezzo delle vite umane



Abonnés


Ricevete ogni giorno Voltaire, la rivista di analisi internazionali in PDF pronto a stampare, in il vostro zoppica alle lettere.
> teletrasmettere un numero

Accedete a tutti gli articoli ed alla tribuna degli abbonati su reseauvoltaire.net.
> in sapere più...

> Mi iscrivo a Voltaire

 

Rete Voltaire - informazioni legali - gestire la vostra sottoscrizione al bollettino d'informazione
 

 
 

Area
down
load

   

Mail
Gratis

 
 
     
 

webmaster@mariorossi.net

 
 
 
 
mrnmail
 
 
         


Powered by GdAonline