Notizie dalla Rete Voltaire

by Mario Rossi Network 

 
     
 

Area
51

   

Rete
Voltaire

 

Indice del Sommario


Réseau Voltaire.net - per la libertà 
d'espressione

I principali titoli della settimana dal 3 al 9 maggio 2004

OFFESA OVVIA


Alba nera su Bruxelles
Una simulazione d'attentato nucleare è stata condotta, il 4 maggio a Bruxelles, con il sostegno logistico della NATO da parte della NTI (Nuclear Threat Initiative, Initiative contro la minaccia nucleare), un'associazione copresieduta dall'ex senatore democratico Sam Nunn ed il proprietario di CNN Ted Turner. Lo scenario cola di fonte : agenti di Al Qaïda acquisiscono uranio molto arricchito presso reattori di ricerca civili, costruiscono un dispositivo nucleare artigianale e fanno essere in disaccordo la totalità vicino al quartiere generale della NATO con l'aiuto delle loro cellule dormenti, "praticamente presenti in tutta l'Europa ". Si contano 40.000 morti, 300.000 feriti, senza contare le vittime della nuvola radioattiva che deriverebbe in seguito sopra dall'Europa. Per quest'esercizio piacevolmente battezzato "alba nera ", erano in particolare presenti degli ambasciatori presso l'Unione europea, la cima che rappresenta per la lucida ique straniera dell'Unione europea, Javier Solana, accompagnato dal suo nuovo coordinatore antiterrorista, Gijs de Vries, ed il segretario generale dell'Alliance atlantica, Jaap de Hoop Scheffer. 
11 settembre 2001 : distruzione di prove chiave >>>

Michael Moore contre Mickey Mouse : il ratto lascia la nave >>>

La stampa nippone fortemente incitata "auto a censurarsi " sul Iraq >>>

Il Rand corporazione si assume "l'istruzione " dei bambini afgani >>>


A RAGGI X (accessibili agli abbonati o con micropaiement)
Di una guerra della Cecenia all'altra
Affare e terrorismo a Mosca

Mentre si condividevano le ricchezze economiche della Russia, gli oligarchi tentarono di neutralizzare Kremlin mettendo in un fedelissimo. La loro scelta si fissò su Vladimir Poutine. Ma sitôt eletto presiedono, quest'ultimo si girò contro loro per restaurare il potere dello Stato e la potenza della Russia. Proseguendo i loro affari, instrumentalisèrent il conflitto ceceno e tentarono di prendere il controllo delle condutture della Caspienne. Secondo aspetto della nostra indagine sulle diapositive delle guerre della Cecenia.

Un fusibile salta
Il fallimento del "com " stati-unienne

Margaret DeB. Tutwiler si è dimesso delle sue funzioni di sottosegretario di Stato alla propaganda dopo lo scandalo delle fotografie di bare di GI's morte in Iraq e di torture alla prigione di Abou Gharib. Washington, che aveva fondato grandi speranze nelle sue compagne di comunicazione in direzione del mondo arabo, non sa più come restaurare la sua immagine. Milioni di dollari sono stati spesi in inutile dagli attentati dell'11 settembre : gli Stati Uniti non riescono allo stesso tempo a condurre la loro guerra delle civilizzazioni e farsi gradire delle loro vittime. L'impero rifiuta di assumere il suo cinismo e vuole ancora persuadersi che comprende il bene agli occhi dell'umanità.

Nuovo ordine mondiale
Daniel condotti, esperto   del odio

Esperto inevitabile negli Stati Uniti dei piatti di televisione e delle pagine opinioni dei grandi quotidiani, Daniel condotti è diventato il teorico mondiale di islamophobie. Figli Richard Pipes, il soviétologue che rilanciò la corsa al riarmo sotto la presidenza Ford, e figlio spirituale spiritoso di Robert Strausz-Hupé, l'immaginario del nuovo ordine mondiale, anima una corda di istituti strategici. Gli devono i concetti al modo di "nuovo antisemitismo ", di "militanti dell'islam " e di "conspirationisme ". Partigiano dello schiacciamento dei palestinesi, è stato nominato da George W. Bush amministratore dell'istituto degli Stati Uniti per la pace.

Smembramento dell'Armata rossa
La prima guerra della Cecenia

L'indipendenza unilaterale della Cecenia, nel 1991, e la prima guerra che se ne seguì tre anni più tardi non deve nulla a rivendicazioni politiche. Sono le conseguenze di avventure personali che presero posto nel vuoto causato dal crollo dell'URSS. Il generale Doudaïev voleva tagliarsi un collegio elettorale, i suoi ex colleghi dell'Armata rossa volevano rendersi indispensabili. Adulterarono insieme tutto consegnandosi una guerra spietata a scapito delle popolazioni.
Da parte di Paul Labarique

La coalizione del déshonneur
La guerra sporca contro gli iracheni

L'opinione pubblica stati-unienne e britannico scoprono casi di tortura inflitti dalle forze della coalizione a prigionieri iracheni. Bene che i governi cercano di presentare quest'orrori come bavures, sono state praticate sotto l'autorità diretta del comandante del centro interarmes di interrogatoire nel quadro di una strategia di terrorisation della popolazione progettata dallo stato maggiore. Lungi dall'essere eventi marginali, sono la sede della campagna di contro-insurrection che dirigerà a decorrere da luglio John Negroponte sostenendosi sui tortionnaires del regime di Saddam Hussein di cui ha annunciato la riabilitazione.

Le conseguenze dell'inversione di Washington
Giordania : vero allarme, attentato falso, quale minaccia ?

La Giordania, che aveva puntato sulle sue buone relazioni con Washington pacifier il conflitto Israeliano-arabo e tagliarsi una parte del dolce iracheno è destabilizzato dal cambiamento di strategia degli Stati Uniti in Palestina ed in Iraq. La relazione di forza si indurisce tra Amman e Washington, e favorisce l'entrata di Parigi nel gioco. In questo contesto, l'avviso di un attentato chimico sventato che avrebbe potuto fare 80.000 morti ad Amman dipende dalla guerra psicologica e non della realtà.


Sottoscrivete a 'Voltaire '


A RAGGI X (articoli de plus oltre tre mesi in accesso libero)


Fabbricazione della guerra contro il Iraq
Il dispositivo Cheney

6 FEBBRAIO 2004 | un 1998-2003, piccolo gruppo controllato da Dick Cheney realizza un dispositivo segreto per organizzare l'intossicazione sulle "armi di distruzione massiccia " irachene. Si infiltra e chiude nei centri di competenze del dipartimento di Stato, del Consiglio di sicurezza nazionale e del pentagono. Questo gruppo fabbrica informazioni fittizie e recluta di testimoni falsi che consegna ai mass media. La rete Voltaire rivela i dettagli di questa manipolazione dell'apparecchio di Stato e rivela i nomi dei responsabili.
Da parte di Thierry Meyssan

Coabitazione all'orientale
La società iraniana paralizzata

5 FEBBRAIO 2004 | Invalidando 3500 candidati alle prossime elezioni generali, il Consiglio dei custodi della costituzione ha tentato una nuova prova di forza con la parte del presidente Khatami, prima di ritornare parzialmente sulla sua decisione. Venticinque anni dopo l'inversione della dittatura monarchica, la repubblica islamica di Iran, bene che avendo superato un decennio di guerra con il Iraq, si sprofonda in una trihabitation politica che la paralizza. Incapace di superare le loro divisioni, i dirigenti attuali devono tuttavia affrontare la minaccia stati-unienne e rispondere alle attese di una nuova generazione.

Intox sulle "armi di distruzione massiccia "
Gli esperti che hanno dato ragione alla CIA

4 FEBBRAIO 2004 | Le indagini amministrative che sono state sollecitate da George W. Bush e Tony Blair non hanno soltanto lo scopo di sdoganarli delle loro responsabilità, ma anche proteggere gli "esperti " che hanno partecipato allo intox delle "armi di distruzione massiccia " irachene. Un istituto degno londinese, International Institute foro Strategic Studies (IISS), aveva redatto la sola relazione non governativa che accredita la favola della minaccia irachena. È diretto da universitari anglosassone e francesi le cui interviste e commenti hanno potuto dare l'impressione di una verità consensuale che permette di screditare il lavoro dei ricercatori dell'ONU.

Il citadelle stati-unienne
 "Alien " paranoïa

3 FEBBRAIO 2004 | Ricollegandosi ai periodi neri della loro storia, gli stati-uniens considerano gli stranieri con timore. Dall'11 settembre, tutti sono diventati "terroristi " potenziali. Le nuove disposizioni legislative prevedono di schedare i dati biometrici, le opinioni politiche e le convinzioni religiose, di 23 milioni di ospiti annuali. I funzionari incaricati delle numerose misure di controllo si trovano investiti di poteri considerevoli. In questo clima xenofobo, preferiscono sempre imprigionare innocenti che lasciare passare eventuali nemici. Il bavures si moltiplicano.
Da parte di Paul Labarique

Il proprietario della repressione interna
John Ashcroft,  nel segreto dei dei

2 FEBBRAIO 2004 | John Ashcorft è uno degli elementi centrali del regime Bush. Capo riconosciuto dei cristiani fondamentalisti, è ormai incaricato di tutto l'apparecchio repressivo all'interno degli Stati Uniti. Partigiano del porto di armi, del divieto del fallimento, della penalizzazione dell'omosessualità, ha introdotto il concetto di "giustizia preventiva ". Ha lungamente preparato gli USA Patriot Act, vero codice dello antiterrorisme, che ha presentato tutto ficelé al congresso nel periodo successivo all'11 settembre. Sorveglia il fichage dei musulmani che praticano e la costruzione di campi d'internamento. Vuoti per il momento.


TRIBUNE LIBERE INTERNAZIONALI
(accessibili agli abbonati o con micropaiement)
La sintesi dei dibattiti strategici e l'analisi delle tendenze internazionali con lo studio delle tribune sembrate nella stampa internazionale.

 Collaborazione tra gli Stati Uniti e l'"asse del male "

 Si è trovato il nuovo dittatore iracheno ?

 L'albero che nasconde la foresta

 La riabilitazione dei tortionnaires in questione

 I crimini impuniti dei "subappaltatori civili "


RIFERIMENTI


5 maggio 1936
Etiopia : laboratorio della seconda guerra mondiale
Il maréchal Badoglio si afferra della capitale etiopica Addis-Ababa, il giorno dopo della fuga dell'imperatore Haile Selassie. La guerra è in realtà un massacro prolungato, commesso nell'indifferenza delle grandi potenze occidentali. Le truppe etiopiche male fornite resistono durante un anno, ma sono decimate dalle armi moderne che l'Italia ha comperato ai grandi gruppi industriali, o ottenute gratuitamente in cambio di "relazioni d'efficacia ". In occasione della "battaglia " di Harar, esperti inviati dai fabbricanti di armi assistono alla distruzione completa della città con bombe incendiarie, quindi ai bombardamenti all'arma chimica dei villaggi di montagna che alloggiano la resistenza. L'Italia prevede "di pulire il paese al gas senape per fare il posto ai coloni bianchi italiani ". Più di 100.000 civili saranno uccisi allora dell'invasione. Pr imo Levi scriverà più tardi : " E questo li ha colpiti, è che Hitler applica a noi, dei vuoti, i metodi che Mussollini ha usato contro i neri in Etiopia." All'epoca, la sorte dei neri non li aveva affatto commossi.  
10 maggio 1933
Un giorno per bruciare le sterline impies

7 maggio 1955
 "un mec che è stone non pone bombe "

6 maggio 1996
Il CIA fa tacere un testimone génant : il suo ex-direttore

4 maggio 1970
L'esercito US massacra l'anti-guerra a Kent State



DISCUSSIONE


Lettera aperta di 60 diplomatici stati-uniens a George W. Bush

Inserendo il passo ai loro colleghi britannici, 60 funzionari del servizio diplomatico in attività o pensionati, come pure una decina di personalità diverse degli Stati Uniti, hanno indirizzato una lettera aperta al presidente George W. Bush. Vi esprimono la loro opposizione al suo sostegno incondizionato del piano di Sharon per i territori occupati. Lo accusano di avere rinunciato all'imparzialità che caratterizzava fino ad oggi la politica US in Medio Oriente e di sostenere Sharon nonostante le leggi internazionali e risoluzioni dell'ONU. Questa lettera è stata diffusa dalla Washington Report si Middle East Affairs.

Abonnés


Ricevete ogni giorno Voltaire, la rivista di analisi internazionali in PDF pronto a stampare, in il vostro zoppica alle lettere.
> teletrasmettere un numero


Accédez à tous les articles et au forum des abonnés sur reseauvoltaire.net.
> en savoir plus...


Soutenez activement le travail du Réseau Voltaire et garantissez son indépendance financière.

> Je m'abonne à Voltaire

 

Rete Voltaire - informazioni legali - gestire la vostra sottoscrizione al bollettino d'informazione
 

 
 

Area
down
load

   

Mail
Gratis

 
 
     
 

webmaster@mariorossi.net

 
 
 
 
Emergency
 
 
         


Powered by GdAonline