Notizie dalla Rete Voltaire

by Mario Rossi Network 

 

Sommario settimanale del sito: www.reseauvoltaire.net

 

Voltaire  

Rete Voltaire - Sommario settimanale del del 1 al 7 novembre 2003

Réseau Voltaire.net - per la libertà di espressione

Sommario settimanale - del 1 al 7 novembre 2003 - I principali titoli della settimana

Il Pentagono richiama Berlino all'ordine
Richard Perle con cura denunci la coppia franco-tedesca

Il consigliere del Pentagono Richard Perle con cura era in missione questo week-end a Berlino. Prendendo a parte il ministro tedesco della Difesa, Peter Struck, all'epoca di un simposio, ha denunciato l'approfondimento dei legami franco-tedeschi e le loro conseguenze sulle relazioni atlantiche. Rispondendo vivamente a questa provocazione, il vecchio capo di Stato Maggiore francese, l'ammiraglio Giacomo Lanxade, ha accusato il consigliere del Pentagono di venire a seminare la zizzania in Europa. M. Perla era venuta a Berlino cercare un sostegno tedesco di una possibile iniziativa militare stato-unienne.

 spip_logo - 11 ko


PRIMA GUERRA DEL GOLFO
Il doppio gioco di Francesco Mitterrand
Nel 1990, dopo avere incitato il Kuwait a rovinare l'Iraq, gli Stati Uniti lasciarono sentire a Bagdad che non opporrebbero all'invasione del Kuwait. Ma quando in agosto 1990 Saddam Hussein passò all'atto, l'amministrazione Bush senior organizzò l'operazione "Tempesto del deserto." Coscienti della trappola in che era caduta l'Iraq, dei dirigenti arabi sollecitarono la mediazione francese per salvare la pace permettendo a Saddam Hussein di fare retromarcia. In un libro recente, il negoziatore francese, Marc Boureau di Argonne, rivela all'ultimo minuto il dettaglio di queste discussioni segrete ed il rifiuto, per il presidente Francesco Mitterrand, di firmare il protocollo di accordo, che lascia la trappola stato-unien richiudersi sull'Iraq. Lontano da avere voluto impedire la guerra del Golfo, la Francia ha partecipato alla sua fabbricazione?

Cronaca dell'impero

Zona Réseau
La teoria del "clash delle civiltà" ed il suo antidoto, la laicità,

per Thierry Meyssan
''
Come 260 milioni di stato-uniens possono sperare di dominare 6 miliardi di essere umani? Risposta: dividendo per regnare, dividendo l'umanità in civiltà antagoniste. È ciò che Samuel Huntington ed il Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti si sono applicati a sviluppare in Ruanda, poi in Iugoslavia. La loro teoria del "clash delle civiltà" è la versione contemporanea del racialisme nazistico. Sta contaminando l'insieme del pianeta. Ma esiste un mezzo semplice di neutralizzarla: la laicità, che gli strateghi della guerra della civiltà si attèlent a distruggere.

La cronaca dell'impero, tutto il lunedì nella Zona Rete.


Tribune libere internazionali

Quotidianamente, un riassunto ed un collocamento in prospettiva delle principali analisi e prese di posizioni dei decisionisti mondiali sulle relazioni internazionali. , Abbonarsi gratuitamente a & laquo Tribune libere internazionali & raquo,

QUESTA SETTIMANA
La possibile accelerazione del disimpegno dell'Iraq degli Stati Uniti divide i sostenitori dell'invasione. Certi stimano che questa partenza trascinerà il caos quando di altri augurano evacuare le truppe, o pourdes ragioni elettorali o per inseguire il rimodellatura del Vicino-Oriente. Si accordano tuttavia su un'evidenza: gli Stati Uniti dilapidano le loro risorse senza ottenere l'inferiore beneficio oggi. Ora, nello stesso tempo, Poutine ristabilisce l'importanza del suo paese per l'obliquità di renationalisation e per la diplomazia.

venerdì 7 novembre 2003
Il Piano di ritiro stato-unien dell'Iraq in questione

giovedì 6 novembre 2003
Garantire la sicurezza globale per la cooperazione o l'imperialismo

mercoledì 5 novembre 2003
L'Ucraina sceglie la Russia contro gli Stati Uniti

martedì 4 novembre 2003
Tenere in Iraq, ma con quali forze?

lunedì 3 novembre 2003
I néoconservateurs vogliono sviluppare la contro-insurrezione in Iraq come in Vietnam



Il filo diplomatico

Documenti diplomatici e comunicati ufficiali relativi al Vicino-Oriente, guerra in Iraq, conflitto israélo-palestinese. , Abbonarsi gratuitamente a lui & laquo Filo diplomatico & raquo.

 Comunicato della Corte internazionale di Giustizia, 6 novembre 2003,
Affare Iran contro gli Stati Uniti dell'America

 Colloquio di Vladimir V. Poutine con "Corriere della sarà", ANSA, RAI, 3 novembre 2003,

Sguardi del Vicino-Oriente
Zona Réseau

43 dispacci questa settimana

 La 4 conferenza dei vicini dell'Iraq si conclude su una dichiarazione in otto punti

 Israele ritorna sulla sua posizione da boicottare i diplomatici avendo incontrato Arafat

 Un giornale egiziano imputa l'assassinio del leader sciita iracheno al-Hakim in Israele ed agli Stati Uniti

 Un uomo di affari libanesi pretende avere servito di intermediario tra l'Iraq e gli Stati Uniti prima dell'invasione di marzo 2003

 Il ministro della notizia libanese denuncia un piano orchestrato di rimodellatura del Vicino-Oriente

 Più gli altri dispacci...


Il mondo visto del Vicino-Oriente, tutti i giorni nella Zona Rete.



Faccia alle ambizioni dell'amministrazione Bush, la notizia è un'arma al servizio della pace. La sua diffusione è un atto di resistenza.
 Dividete le nostre notizie: abbonate i vostri amici a questo sommario settimanale

Rete Voltaire - Notizie legali - Gestire i vostri abbonamenti ai newsletters / désabonnement


 
     
 

voltaire@mariorossi.net

 
 
 
     
Aggiornamento: 10 gennaio, 2004

www.mariorossi.net

 

Indice del Sommario