Notizie dalla Rete Voltaire

by Mario Rossi Network 

 

Sommario settimanale del sito: www.reseauvoltaire.net

 

Voltaire  

Rete Voltaire - Sommario settimanale del del 1 al 5 settembre 2003

Réseau Voltaire.net - per la libertà di espressione

Sommario settimanale - del 1 al 5 settembre 2003 - Riassuntivo delle nuove uscite

Tribuna di Alima Boumédiene-Thiery,
deputata europea

"Bisogna sospendere gli accordi commerciali col regime di apartheid israeliana"

Il governo israeliano si è imbarcato in una politica di discriminazione religiosa. Nell'aprile 2002, il Parlamento europeo aveva votato una risoluzione che chiama al gelo dell'accordo dell'associazione Unione europeo-Israele. Ma questa risoluzione è ignorata sempre dalla Commissione europea. Perché non i nostri accordi commerciali paralizzare con l'Israele, come ieri l'abbiamo fatto contro l'apartheid in Africa meridionale?

 spip_logo - 15.8 ko


DEL COMBATTIMENTO CONTRO L'APARTHEID AL COMBATTIMENTO CONTRO L'AIDS
Lotta per un piano di azione nazionale in Africa meridionale
Il popolo sud-africano che ieri si era mobilitato massicciamente contro l'apartheid, deve condurre oggi una battaglia tutta tanto accanita contro la pandemia dell'AIDS. La vittoria del governo sud-africano contro le multinazionali farmaceutici, in 2001, aveva generato un'immensa speranza, confermata dall'annuncio di un piano di azione nazionale, nel 2002. Ma associazioni e sindacati conducono una guerriglia attualmente affinché questo piano sia applicato.

Il gioco di carte del régime Bush infine disponibile

Tribune libere internazionali

Quotidianamente, un riassunto ed un collocamento in prospettiva delle principali analisi e prese di posizioni dei decisionisti mondiali sulle relazioni internazionali. , Abbonarsi gratuitamente a & laquo Tribune libere internazionali & raquo,

QUESTA SETTIMANA
Gli avvenimenti di questa estate hanno dimostrato che l'analisi dei néo-conservatori sulle conseguenze della guerra in Iraq era erronea. Gli Stati Uniti non sono accolti come i liberatori e fanno fronte ad un resistenza protéiforme. Sono incapaci di gestire solo la situazione e devono rigirarsi verso l'ONU o re-mandare delle truppe. In quanto al miglioramento delle relazioni israélo-palestinesi, si è rivelata essere rapidamente solamente un phantasme. Questa situazione indebolisce i due dirigenti della coalizione e principalmente Tony Blair, già impigliato nell'affare Kelly.

venerdì 5 settembre 2003
La democrazia britannica si opporsi contro la propaganda di Tony Blair

giovedì 4 settembre 2003
Quale avvenire per l'Israele?

mercoledì 3 settembre 2003
Gli Stati Uniti possono pagare la loro ultima guerra e finanziare la prossima?

martedì 2 settembre 2003
L'Iraq, visto di Washington in bianco e nero,

lunedì 1 settembre 2003
Gli Stati Uniti faccia alla realtà irachena


La stampa di riferimento passato allo stabilo

Per condurre delle azioni politiche o militari, i governi hanno bisogno di renderli legittimi agli occhi della popolazione. Utilizzano per ciò dei "piani media" molto elaborati e producono essi-anche delle notizie che la stampa va a diffondere e commentare. Faccia a questa volontà, i giornalisti non hanno sempre la distanza critica che si imporsi. Una metodologia nella lettura della stampa diventa indispensabile ad ogni cittadino dunque. Quali sono le sorgenti delle notizie che ci servono a portare un giudizio, a prendere posizione, ad accettare delle decisioni? "La stampa di riferimento passato allo stabilo" è liberamente un attrezzo pedagogico utilizzabile in classe.

La stampa di référence passée allo stabilo

Linea Editoriale Di & laquo Liberazione & raquo
La scelta della NATO
L'analisi del trattamento dell'attentato di Djakarta per Liberazione fa apparire la posizione editoriale del giornale. O come un quotidiano di sinistra accusa George W. Bush di "diserzione" nella "guerra al terrorismo."



Sorgenti aperte

Vigilia documentaria relativa alla promozione delle libertà e della laicità. Una selezione settimanale delle pubblicazioni più importanti pubblicate dalle organizzazioni ed istituzioni nazionali ed internazionali. , Abbonarsi gratuitamente a & laquo Sorgenti aperte & raquo,

''

Numero 131
Verso una nuova corsa all'armamento
A notare, tra questa selezione di documenti sembrati in luglio ed agosto, l'arringa della lobby dell'armamento stato-unien in favore della "guerra delle stelle." La Rand Corporazione milita per un sviluppo veloce delle capacità militari spaziali degli Stati Uniti difatti. Il think-carro armato non manca di sottolineare lo squilibrio strategico che ciò indurrà.
- Consultare la selezione di documenti della settimana


Il filo diplomatico

Documenti diplomatici e comunicati ufficiali relativi al Vicino-Oriente, guerra in Iraq, conflitto israélo-palestinese. , Abbonarsi gratuitamente a lui & laquo Filo diplomatico & raquo.

 Resoconto della Conferenza internazionale della società civile ha l'appoggio del popolo palestinese, dibatti del 5 settembre 2003
Mettere fine all'occupazione

 Resoconto della Conferenza internazionale della società civile a sostegno del popolo palestinese, seduta inaugurale del 4 settembre 2003
Che cosa faccia fare all'annessione di facto dei Territori occupati?

 Conferenza stampa comune di Gerhard Schröder e Giacomo Chirac, 4 settembre 2003,
Cima di Dresda

 Comunicato della NATO, 3 settembre 2003,
Il dopo l'Afghanistan, la NATO entra in Iraq

 Resoconto del dibattito sull'Iraq al Parlamento europeo, 3 settembre 2003,
Quale posto per l'unione europea nell'Iraq occupato?

Sabato 27 settembre a Parigi
Concerto contro l'occupazione del Vicino-Oriente

Con Marcel Khalife, Manu Dibango, Zebda, Djamel Allam, Baobab, Diwan di Bechar, Sapho, Rim el Banna, Sara Alexander, Imad Saleh, Badila, i rappeurs Rekoroz, Sanktion, Ballistik...

Di 16 ore a mezzanotte - Parco delle Esposizioni della porta di Versailles - Hall 4, M° Porte di Versailles - Autobus PC,39, 49,80.

'- Notizie su concert27septembre.free.fr


''

Martedì 9 settembre, in appartamento su tre piani di Doha, Londra e Washington,
Emissione speciale su Al Jazeera: "11 settembre, due anni dopo"

Presentata da Fayçal Al-Karim, con Thierry Meyssan.
'- www.aljazeera.net


 Zona Réseau
Strategia della tensione
Intrighi américano-islamici in Indonesia
''

 L'attentato sopraggiunto a Bali il 12 ottobre 2002 è stato imputato dalle autorità ad Al Qaïda ed al suo relè indonesiano, il Jaamah Islamiya, senza che questa accusa sia potuta essere puntellata dagli elementi pubblici. Ma soddisfa tutti i protagonisti: gli Stato-Uniens e gli australiani che trovano là una giustificazione al loro interventismo; i militari indonesiani che scartano a buono conto del terrorismo che praticano da anni; ed i fondamentalisti musulmani stessi, tale il predicatore Aboubakar Bachir che può così avvalersi di organizzazioni che non sono stati mai capaci di costituire. Che il Jaamah Islamiya non sia esistito importo mai poco, il mito del terrorismo islamico è tanto utile al gioco politico in Indonesia che altrove.

Un'inchiesta accessibile nella Zona Rete

Raggiungete il Réseau - accédez allo Zona Réseau




 Faccia alle ambizioni dell'amministrazione Bush, la notizia è un'arma al servizio della pace. La sua diffusione è un atto di resistenza.
Dividete le nostre notizie: abbonate i vostri amici a questo sommario settimanale

Rete Voltaire - Notizie legali - Gestire i vostri abbonamenti ai newsletters / désabonnement


 
     
 

voltaire@mariorossi.net

 
 
 
     
Aggiornamento: 18 gennaio, 2004

www.mariorossi.net

 

Indice del Sommario